Seguiteci:

Sala Stampa

E.O.F.T. 19/20

Sala Stampa

E.O.F.T. 19/20

Cari giornalisti!


Qui trovate tutto il materiale stampa dedicato all’E.O.F.T. 19/20.


Registrazione:


Vi preghiamo gentilmente di compilare il modulo di registrazione prima di scaricare qualcosa.



 

Avviso:


I Contenuti nell’Area Stampa possono essere utilizzati solo per fini giornalistici riguardanti l’E.O.F.T.

L’indicazione della fonte e l’uso dei Copyrights sono obbligatori. L’utilizzo dei Contenuti è limitato per la durata del Tour; non è limitato territorialmente.

L’utilizzo dei Contenuti in maniera difforme da quanto espressamente consentito nel presente paragrafo è consentito solo previa autorizzazione da parte degli organizzatori.

Poster:




Scarica il E.O.F.T. Poster 19/20 (PDF)
Italia

Comunicato Stampa: 


Comunicato Stampa Teaser E.O.F.T. 19/20

Scarica comunicato stampa (PDF, Italiano)

Teaser:


E.O.F.T. Teaser 19/20 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/NzgQ3ZVe2Zk" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen></iframe>

Eliott Schonfeld ©

KEY VISUAL E.O.F.T. 19/20


Scarica in formato orizzontale / formato verticale


 

The Movement / Jaybird ©

FOTO: THE MOVEMENT


Scarica in web quality / print quality 


THE MOVEMENT festeggia la forma più antica del movimento: correre. Siamo fatti per correre e non per stare seduti o fermi in piedi. Un obiettivo e un paio di scarpe (facoltative), di più non serve per unire persone differenti. Non importa quanti anni abbiamo, quale lingua parliamo o di che colore sia la nostra pelle. Perché correre democratizza noi e il nostro ambiente. Correre non serve solo a conquistare nuovi terreni e sentieri lontani dalle strade, ma è anche un modo per riscoprire il mondo urbano. THE MOVEMENT mostra i vari modi di vivere lo sport e cosa significa per noi.

Mirja Geh / Red Bull Content Pool ©

FOTO: ZEPPELIN SKIING


Scarica in web quality / print quality 


Chi prende un dirigibile per andare a fare freeride non si preoccupa del traffico sulle autostrade. Il trio di freerider, composto da Stefan Ager, Andreas Gumpenberger e Fabian Lentsch, non soffre di vertigini per fortuna. Infatti, per raggiungere la cima della montagna, il trio deve prima calarsi giù dalla gondola con una corda lunga 50 metri. Come il mezzo di trasporto, anche la tanto attesa partenza per la discesa si rivela al quanto alternativa.

STEP BY STEP Productions ©

FOTO: AFRICA RIDING: KARIM


Scarica in web quality / print quality 


Kigali, la capitale del Ruanda, non è un hotspot per i roller-skater, o almeno non ancora. Qui non ci sono halfpipes o graffittari. Poiché questo sport è ancora sconosciuto, un roller-skater come Abdul Karim Habyarimana si vede solo di rado. Lo si vede ancora meno quando parte sparato sulla strada facendo acrobazie per poi sorpassare con disinvoltura le macchine. Per Karim la vita scorre su otto ruote: uno stile di vita che vorrebbe trasmettere anche alle nuove generazioni di roller-skater.

Elliot Schonfeld ©

FOTO: IL MINIMALISTA – AN HIMALAYAN ADVENTURE


Scarica in web quality / print quality 


L’avventuriero francese Eliott Schonfeld attraversa l’Himalaya da ovest ad est. Il suo viaggio inizia lontano da strade battute portandolo tra le vaste valli del Ladakh per poi passare su passi e ghiacciai deserti arrivando fino in Nepal. Qualche settemila è sempre in vista, uomini e villaggi rimangono invece l’eccezione. L’unica compagnia durante il suo viaggio è il suo cavallo Robert. Per il quattro zampe attraversare i passi congelati e ricoperti di neve si rivela una vera e propria sfida. Eliott, invece, dovrà apprendere durante le gelide notti, e a proprie spese, che forse non doveva risparmiare così tanto sull’attrezzatura. Ciò nonostante, durante il suo viaggio, l’avventuriero minimalista sfida i propri limiti e rinuncia anche alle ultime comodità della civiltà: tenda, sacco a pelo e accendino. In cosa consiste in questi casi lo stretto indispensabile?

FOTO: THE LONGEST HOLE


Scarica in web quality / print quality 


Per Adam Rolston e Ron Rutland, la Mongolia è il campo da golf più avventuroso al mondo. insieme vogliono lanciare una palla da golf attraverso gli altipiani della Mongolia. Quella che sembra una versione moderna di Sisifo, metterà alla prova l’amicizia di questi due uomini, che non potrebbero essere più diversi. E poi hanno sempre appresso un cane randagio: forse questo quattro zampe rappresenta il legame tra loro due?
 

Newsletter

Abbonatevi alla newsletter e non perdete nessuna informazione sull'E.O.F.T. e altri eventi outdoor e film tour…

Vorremmo ringraziare i nostri partner